Quell'angelo maledetto ti ha portato in paradiso, mentre accompagnava la mia anima all'inferno.


quell'angelo-maledetto-ti-ha-portato-in-paradiso-mentre-accompagnava-mia-anima-all'inferno
antonio prencipequell'angelomaledettotihaportatoinparadisomentreaccompagnavamiaanimaall'infernoquell'angelo maledettomaledetto titi haha portatoportato inin paradisomentre accompagnavaaccompagnava lala miamia animaanima all'infernoquell'angelo maledetto timaledetto ti hati ha portatoha portato inportato in paradisomentre accompagnava laaccompagnava la miala mia animamia anima all'infernoquell'angelo maledetto ti hamaledetto ti ha portatoti ha portato inha portato in paradisomentre accompagnava la miaaccompagnava la mia animala mia anima all'infernoquell'angelo maledetto ti ha portatomaledetto ti ha portato inti ha portato in paradisomentre accompagnava la mia animaaccompagnava la mia anima all'inferno

Secondo la tradizione, nell’attimo che precede la morte, ognuno di noi conosce il vero motivo dell’esistenza. È in quel momento che si materializzano l’Inferno e il Paradiso. L’Inferno è guardarsi indietro in quella frazione di secondo e scoprire di aver sprecato l’occasione per rendere degno il miracolo della vita. Il Paradiso è saper affermare in quell’istante: “Ho commesso alcuni errori, ma non sono stato un vigliacco. Ho vissuto appieno la vita e mi sono prodigato in ogni mia azione”.Ho preferito rubare un pezzettino di paradiso per perdere la mia anima all'inferno.La mente è un suo proprio luogo e in se stessa può fare un paradiso dall’inferno o un inferno dal paradiso.La mente è un universo e può fare un paradiso dall’inferno o un inferno dal paradiso.C'è un angelo che viene dal paradiso, e per caso ha conosciuto un mortale al quale ha concesso le sue ali, preziose, belle, ali che solo quell'angelo poteva avere... quest'angelo un giorno decise che non sarebbe più tornato in paradiso, perché aveva conosciuto la felicità. Un brutto giorno la felicità svanì e si trasformò in sofferenza, perché il mortale andò lontano. L'angelo però non si dispera, perché spera che un giorno se pur lontano il mortale torni e insieme di nuovo, potranno volare con le ali e riassaporare la felicità... il mortale tornerà perché l'angelo gli ha concesso la cosa più pura e preziosa... fidandosi e amandolo.La sua anima era letale per la mia ragione. La sua anima profumava di proibito. La sua anima era la porta per l'inferno che conduce al paradiso. La sua anima era la mia trappola. Sorrideva mordace nell'amore, sapeva bene che non ero io a prendere lei ma lei me! Morivo tra le sue braccia. Lei era il mio punto di non ritorno.