Gli angeli sono come dei bambini: spogli di ogni malizia, di ogni pregiudizio, di ogni inutile furbizia.


gli-angeli-sono-come-dei-bambini-spogli-di-ogni-malizia-di-ogni-pregiudizio-di-ogni-inutile-furbizia
francesca anselmigliangelisonocomedeibambinispoglidiognimaliziapregiudizioinutilefurbiziagli angeliangeli sonosono comecome deidei bambinispogli didi ogniogni maliziadi ogniogni pregiudiziodi ogniogni inutileinutile furbiziagli angeli sonoangeli sono comesono come deicome dei bambinispogli di ognidi ogni maliziadi ogni pregiudiziodi ogni inutileogni inutile furbiziagli angeli sono comeangeli sono come deisono come dei bambinispogli di ogni maliziadi ogni inutile furbiziagli angeli sono come deiangeli sono come dei bambini

Te mi dai un'emozione nuova ogni secondo, ogni minuto, ogni ora, ogni giorno, ogni settimana, ogni mese, ogni anno della mia vita, basta che sei presente in essa.Ogni colpo che viene esploso, ogni nave da guerra che viene inviata, ogni razzo che viene sparato, significa, in ultima analisi, un furto a coloro che soffrono la fame e non sono nutriti, coloro che hanno freddo e non sono vestiti. Il mondo in armi non sta spendendo soltanto dei soldi. Sta spendendo il sudore dei suoi lavoratori, il genio dei suoi scienziati, le speranze dei suoi bambini.Niente a casa mia è inutile. Tutto mi appare magnifico di ogni sua cosa ho bisogno, di ogni sua parte, di ogni suo spazio. Dentro e fuori.Di te mi sfamerei ogni notte Mi disseterei ogni giorno, respirerei con te ogni istante vivrei ogni soffio di vita con te, ti darei il mio cuore se tu ne avessi bisogno, ti donerei la mia vita se tu fossi in pericolo, vivrei ogni attimo dei tuoi respiri, dei tuoi pensieri, delle tue gioie, dei tuoi dolori, vivrei ogni attimo della mia vita che mi rimane respirando con te.Ogni volta che vi scandalizzate per il cane del vicino che abbaia, ogni volta che vi lamentate che ci sono ciotole in giro per sfamare le colonie di gatti, ogni volta che fate finta di non sapere perché la sterilizzazione è necessaria, ogni volta che uccidete una medusa solo perché voi state nel suo habitat naturale, ogni volta che andate al circo o all'acquario o al delfinario, ogni volta che rinchiudete l'ennesimo canarino in una gabbia, ogni volta che confinate l'ennesimo pesce rosso in una boccia, ogni volta che vi fate una grigliata grondante dolore, ogni volta che sfoggiate un collo o dei polsini di pelliccia come se fosse un onore, ogni volta che comprate un animale senza capirne le implicazioni... ogni volta la vostra umanità muore un po'.