Angelo, angelo, angelo. Perché diavolo la chiamano così. Quella lì non aveva timor di Dio come l'angelo del tempio. Era una sanguisuga, un abominio, una piaga della città, proprio come le piaghe che infliggeva alle sue vittime, che non guariscono più.


angelo-angelo-angelo-perché-diavolo-chiamano-così-quella-lì-non-aveva-timor-di-dio-come-l'angelo-del-tempio-era-una-sanguisuga-un-abominio-una
alan campbellangeloangeloangeloperchédiavolochiamanocosìquellanonavevatimordidiocomel'angelodeltempioeraunasanguisugaunabominiopiagadellacittàpropriopiaghecheinfliggevaallesuevittimeguarisconopiùperché diavolodiavolo lala chiamanochiamano cosìquella lìlì nonnon avevaaveva timordi diodio comecome l'angelol'angelo deldel tempioera unauna sanguisugaun abominiouna piagapiaga delladella cittàproprio comecome lele piaghepiaghe cheche infliggevainfliggeva allealle suesue vittimeche nonnon guarisconoguariscono piùperché diavolo ladiavolo la chiamanola chiamano cosìquella lì nonlì non avevanon aveva timoraveva timor ditimor di diodi dio comedio come l'angelocome l'angelo dell'angelo del tempioera una sanguisugauna piaga dellapiaga della cittàproprio come lecome le piaghele piaghe chepiaghe che infliggevache infliggeva alleinfliggeva alle suealle sue vittimeche non guariscononon guariscono più

Ti mandai un angelo, affinché ti proteggesse, e vegliasse su di te. Poco tempo dopo che ti mandai un angelo, egli tornò da me. Io gli chiesi perche non fosse da te e mi rispose: 'un angelo ha bisogno di un altro angelo'.Era lì, lo vidi in fondo alla strada... aveva un viso così dolce e puro... era un angelo, un angelo nero...C'è un angelo che viene dal paradiso, e per caso ha conosciuto un mortale al quale ha concesso le sue ali, preziose, belle, ali che solo quell'angelo poteva avere... quest'angelo un giorno decise che non sarebbe più tornato in paradiso, perché aveva conosciuto la felicità. Un brutto giorno la felicità svanì e si trasformò in sofferenza, perché il mortale andò lontano. L'angelo però non si dispera, perché spera che un giorno se pur lontano il mortale torni e insieme di nuovo, potranno volare con le ali e riassaporare la felicità... il mortale tornerà perché l'angelo gli ha concesso la cosa più pura e preziosa... fidandosi e amandolo.Se ami il tuo angelo non piangere, a lui non piccono le tue lacrime, lo rendono triste. Se ami il tuo angelo devi vivere ed essere felice, perché il tuo angelo vorrebbe vederti sorridere. Se ami il tuo angelo fa ciò che lui si aspetta da te e così lui troverà pace.Io sono l'angelo dell'amicizia, che ti accompagnerà nei momenti difficili, ti aiuterà e ti sarà amico, finché l'angelo dell'amore non ti incrocerà. A quel punto lo seguirai perché lui ti insegnerà ad amare come nessuno aveva fatto mai, ti farà soffrire e ti regalerà la felicità che non avevi mai provato... quando un giorno ti troverai fra le sue braccia penserai a me, l'angelo dell'amicizia che ti ha aiutato a diventare quello che sei 'una persona speciale' che ha bisogno di amore, forse ti scenderà una lacrima ripensando ai momenti belli passati insieme ma l'angelo dell'amore guardandoti ti dirà 'ti amo' e quelle due parole ti faranno dimenticare di me, l'angelo dell'amicizia e per te sarà solo un dolce ricordo...